Ridimensionare il disco di windows che gira sotto xen

Ridimensionare il disco di windows che gira sotto xen

Ridimensionare il disco di windows che gira sotto xen può essere molto complesso se non si sa esattamente dove mettere le mani, ecco la soluzione, sicuramente poco elegante ma efficace.
Il sistema windows è un pò complesso, ridimensionare i dischi non è così semplice.
nel mio sistema xen gira un windows 7, purtroppo mi sono reso conto di aver esagerato con la dimensione del disco e per effettuare il backup impiego troppo tempo. Continua a leggere

RICOSTRUIRE L’ ARRAY

RICOSTRUIRE L’ ARRAY ……   ……. …

Sono passati diversi mesi da quando utilizziamo i vari servizi di storage sui quali distribuiamo i nostri dati opportunamente cifrati, ma …. aimè, il servizio XXX ha deciso di chiuderci il rubinetto, analizzando la nostra struttura dati manca un contenitore all’appello, manca il contenitore N° 5. Dopo aver insultato per benino ad alta voce il gestore del servizio di cloud che hostava il contenitore N° 5 ci prepariamo a ricostruire l’array.
Poiché questa in realtà è una simulazione vado a cancellare fisicamente il contenitore N°5 in modo da simulare il disastro.
# cd /work/disk5/
# rm -rf * Continua a leggere

BOOT UEFI LINUX

BOOT UEFI …

BOOT UEFI

Abbiamo la nostra distribuzione già montate e funzionante, desideriamo però renderla BOOT UEFI, vediamo come fare.
BOOT UEFIPer prima cosa necessitiamo di un disco per poggiare la nostra distribuzione funzionante, poi ci accertiamo che questa possa boottare (effettuare il boot) da usb, quindi ci andremo ad installare sopra il boot loader grub e riavviamo da usb.
Adesso siamo pronti a piallare il disco. Continua a leggere

Raid 6 con distribuzione dei dati su diversi cloud

RAID 6

RAID 6 con distribuzione dei dati su diversi servizi di cloud

Vi sono differenti scuole di pensiero riguardo l’hot spare, ovvero il disco di riserva, in una catena raid 6.
Io personalmente preferisco tenere uno o più dischi “sprecati” per il disco di riserva, piuttosto che andarlo a comprare quando mi servirà, tanto più in questo caso specifico che non mi costa nulla perchè il mio disco sarà realmente soltanto un contenitore virtuale. Il costo di un disco “sprecato” in un hot spare è nettamente inferiore al costo del tempo che impiegherei per procurarmi un disco uguale e ricostruire l’intera catena raid in caso di fault di uno o più dischi della catena raid 6. Continua a leggere

Cloud, distribuzione dei dati

Cloud, il nuovo ladro !

Cloud, Distribuzione dei dati

Il cloud RUBAOrmai la moda è inviare i nostri file al cloud, questo strano soggetto si fa i cavoli nostri ed entra nella nostra vita privata perché noi glie ne diamo la possibilità, addirittura paghiamo perché questo strano soggetto possa possedere tutti i nostri file.
Non possiamo vivere senza aver regalato i nostri file a qualcuno.
Parlando con le persone mi rendo conto di quanta ignoranza ci sia riguardo lo strumento più diffuso al mondo Continua a leggere

RAID 1

RAID 1

RAID 1 STAVOLTA ESAGERO !
Di articoli ne ho scritti tanti, ma questa volta esagero proprio.
L’obiettivo vuol essere quello di avere 2 hard disk in RAID 1 per le partizioni del sistema operativo ed LVM + RAID 1 per la partizione di /work.
RAID 1Fin qui nulla di strano, direte voi, ma quando apprenderete la notizia che il tutto gira su un micro pc mi darete del matto, io credo che non si sia mai visto prima un micro pc barebone con 2 hard disk in configurazione RAID 1.
Cominciamo con il dire che il RAID 1 è uno specchio dei dati, infatti questi verranno scritti ora su un disco ora sull’altro e allineati appena possibile, in caso di guasto di uno dei due dischi l’altro disco continuerà a funzionare. Continua a leggere

LA SWAP CIFRATA

SWAP CIFRATA

Swap cifrataSWAP CIFRATA.

Pur avendo una sola parte del disco cifrato, è possibile risalire alla chiave di cifratura leggendo la swap o leggendo alcune parti del giornale del disco.

Come prima cosa, il disco non deve possedere JOURNAL, per fare questo possiamo formattare la nostra partizione in ext2 o in ext3/4 e strappargli il JOURNAL.

Poichè è inutile cifrare una parte del disco, se poi questa può essere aggredita perché non siamo stati abbastanza attenti o perchè abbiamo lasciato tracce della passphrase sul disco, dobbiamo essere sicuri e fare le cose per benino.
In questo precedente articolo http://www.dibrigida.it/177/montare-un-disco-ssd-sotto-linux/ spiego esattamente come fare per strappare il JOURNAL da un disco formattato in EXT4.
Chiaramente all’epoca non avevo l’intenzione di cifrare un SSD, Continua a leggere