LA TELE_ASSISTENZA

LA TELE_ASSISTENZA

LA TELE_ASSISTENZA

LA TELE_ASSISTENZAPer poter erogare il servizio di TELE_ASSISTENZA, è necessario che la rete del cliente sia un’ appendice della mia rete, ovvero io devo trovarmi nella rete LAN del cliente.
A differenza dei vari sistemi di TELE_ASSISTENZA, nei quali è necessaria la presenza del cliente, in questo tipo di TELE_ASSISTENZA, io sono autonomo. Per fare un paragone, sono come la donna delle pulizie, aspetto che il cliente finisca di lavorare, mi reco presso il suo studio, apro la porta con la chiave, pulisco il bagno ed il pavimento, tolgo la polvere dai mobili, richiudo e ritorno il giorno dopo. Chiaramente io non mi reco personalmente presso la struttura del cliente ne tanto meno possiedo la chiave del portone, però il concetto è lo stesso. Quando il cliente finisce di lavorare, io ACCENDO il suo computer, faccio la scansione con l’ antivirus, controllo l’efficienza del disco rigido, effettuo il backup, vuoto il cestino, insomma, faccio la manutenzione ordinaria. Il fatto che io debba stare fisicamente collegato alla rete del cliente aggiunge la sicurezza dell’impossibilità a chiunque di poter accedere alla rete del cliente, infatti tutto questo è possibile solo in rete locale.
Una normale ADSL non è adatta allo scopo, è necessario richiedere al gestore della connettività una particolare configurazione che permetta di collegare insieme la mia rete e quella del cliente.
Il prezzo da pagare al gestore della connettività è lo stesso sia con, che senza la configurazione adatta alla TELE_ASSISTENZA, l’unica cosa che c’è da fare è un nuovo contratto, poiché la giusta configurazione, può essere messa in opera soltanto in fase di progettazione del circuito.
Per capire meglio come deve essere fatto il circuito, invito il lettore a seguire questo ottimo link.
Qualora il cliente dovesse recedere dall’accordo di TELE_ASSISTENZA, non dovrà disdire anche la connessione internet, provvederò io a scollegare la parte di rete che mi collega al cliente, l’avvenuta disattivazione è verificabile con un ping verso una qualunque delle macchine presenti nel mio laboratorio.